SEI IN > VIVERE BIELLA > CRONACA
articolo

Sequestrate discariche abusive di oltre 2.000 tonnellate di rifiuti speciali

1' di lettura
34

Finanzieri del Comando Provinciale di Biella hanno sequestrato oltre 2.000 tonnellate di rifiuti speciali nelle province di Biella e Vercelli.

Le Fiamme Gialle del Gruppo di Biella unitamente al personale dell’Agenzia Regionale Piemonte per l’Ambiente hanno effettuato una serie di controlli finalizzati alla prevenzione e repressione delle violazioni in materia ambientale, con particolare riferimento alle modalità di importazione, commercio e smaltimento dei pneumatici.

Nel corso delle ispezioni è stata sequestrata una officina sprovvista delle necessarie autorizzazioni al montaggio dei pneumatici e sono state sequestrate due discariche abusive.

La prima discarica abusiva è stata localizzata nel comune di Cossato (BI) ove, all’esterno di una officina non autorizzata, erano illecitamente accumulati oltre 600 pneumatici usati. Oltre all’officina non autorizzata all’esercizio di attività di montaggio/smontaggio pneumatici è stata sequestrata l’intera area destinata a discarica non autorizzata.

Il secondo intervento è stato effettuato nel comune di San Giacomo Vercellese (VC) ove è stata localizzata, all’interno di un capannone situato nella zona industriale, una discarica non autorizzata di oltre 250.000 pneumatici esausti, esposti alle intemperie, con le carcasse compromesse e con evidenti segni di usura e danneggiamento e pertanto qualificati come rifiuto.

I responsabili delle aree sottoposte a sequestro sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Biella e di Vercelli per il reato di realizzazione e gestione di una discarica di rifiuti non autorizzata.

Il servizio svolto dalle Fiamme Gialle biellesi testimonia il costante impegno profuso dal Corpo per prevenire ogni tipo di illecito economico-finanziario compresi quelli derivanti dalla violazione delle norme ambientali che compromettono l’habitat naturale.





Questo è un articolo pubblicato il 29-06-2023 alle 10:22 sul giornale del 30 giugno 2023 - 34 letture






qrcode